Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

27 Gennaio 2019

Dar Vangelo der giorno: “lo Spirito der Signore è sopra de Me”

Dar Vangelo der giorno:

“lo Spirito der Signore è sopra de Me”

***

Un sabbato Lui entrò in sinagoga,

je venne dato un rotolo de Legge

era Isaia, che lì cominciò a lègge,

parola pe parola e senza foga, …

***

“Lo Spirito de Dio” … disse a quer gregge …

“è su de Me, ché Lui m’ha dato toga,

d’annuncià er Regno e toje chi soggioga

pe dà libberazzione che soregge”.

***

Riavvorze quer papiro benedetto,

co l’occhi su de Lui, tutti a guardallo,

e allora disse: “Quer ch’ho appena letto …

***

… er passo de Isaia, oggi è compiuto”,

e in quer momento, da quer piedistallo,

‘gni omo in assemblea se fece muto.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Un sabbato Lui entrò in sinagoga,
    je venne dato un rotolo de Legge
    era Isaia, che lì cominciò a lègge,
    parola pe parola e senza foga, … (continua)

    Comment by Stefano — 24 Gennaio 2016 @ 09:04
  2. “Popolo che cammini nelle tenebre, vedi questa grande luce; su di te che abiti in terra tenebrosa, una luce rifulge” (Is 9,2 LXX). E’ GESU la grande luce che illumina il nostro cammino!
    Buona Domenica.

    Comment by letizia — 27 Gennaio 2019 @ 13:03

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>