Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

6 Settembre 2011

La prima pioggia

la prima pioggia

La prima pioggia

***

L’odore aspro de la prima pioggia,

che serve a svejà strade sbruciacchiate

dar disco acceso in cielo de l’estate,

cià un sapore suo, cià ‘na sua foggia.

******

Preludio a quel’accorcio de giornate

che sa d’Autunno e l’aria la fa moggia,

come a toccà l’Inverno a cui s’appoggia,

in righe de ste gocce colorate.

***

La prima pioggia cià l’aria de festa,

pulisce er cielo, usanno quelo straccio

de nuvole che passa su la testa.

***

La prima pioggia è come er primo abbraccio,

quelo che scalla er core e che te resta

stretto là dentro, quanno toji er braccio.

***

Stefano Agostino

___________________________

  1. Bongiorno a tutto er blogghe. Si, la prima pioggia è come ‘na sporverata drento casa, te fa vede ando sta la magagna.
    Defatti se so’ subbito ‘ntasati li tombini
    a dimostra come lavoreno male li netturbini.

    Comment di 'svardo — 6 Settembre 2011 @ 08:17
  2. La prima pioggia? Ma dov’è? Io l’ho solamente SENTITA, non vista…. e oggi sono INTASATE le strade per via dello sciopero!

    Comment di Principessa — 6 Settembre 2011 @ 09:08
  3. Buongiorno a tutti e in primis al nostro Poeta “…pulisce er cielo, usanno quelo straccio de nuvole…” è un’immagine lirica e romantica, anche se le strade sono intasate!

    Comment di letizia — 6 Settembre 2011 @ 11:43
  4. Domenica sera sono stato a trovare Luisenrique all’olgiata, e quando son tornato a casa ho preso un acquazzone violentissimo, che si è spento solo arrivando al raccordo.
    Altrochè righe di gocce colorate, quelle erano bombe d’acqua!
    PS Stè, questo sonetto è bellissimo, sembra quasi di respirare la pioggia che descrivi.
    PS2 Luisenrique mi ha garantito che la prox volta guarda la partita, senza giocare a memory per decidere chi deve uscire

    Comment di Pablo BigHorn — 6 Settembre 2011 @ 11:47
  5. La prima pioggia è simbolica ed evocativa, oltre che rinfrescante, è un po’ come il portiere che comincia a togliere i primi paletti dal portone, che inizia a prepararsi per chiudere le grandi ante spalancate dell’estate che lentamente si spegne.

    Comment di Silvio — 6 Settembre 2011 @ 11:59
  6. Buongiorno a tutti. ” Passera’ anche questa stazione senza far male , passera’ questa pioggia sottile come passa il dolore”. FDA

    Comment di roberto genesis — 6 Settembre 2011 @ 12:14
  7. Grazie ad ognuno di voi per gli interventi. Non ve lo dico sempre perchè non voglio sembrare ripetitivo e anche scontato, ma ospitarvi qui è un vero piacere. VVB.

    Comment di Stefano — 6 Settembre 2011 @ 14:51
  8. Caro Stefano, TU NON SEI MAI SCONTATO!!!!!

    Comment di Principessa — 6 Settembre 2011 @ 16:11
  9. x Paolo: com’è la casa di Luis Enrique? Disordinata, immagino.

    Comment di Principessa — 6 Settembre 2011 @ 16:12
  10. Buonasera a Tutti! Bellisima poesia, Stefano!
    Me evoca l’autunno alle porte che entra in punta de piedi…
    Meno male che a Roma ciavemo l’ottobrate…
    Tanti altri, a comincià da sto governo, cianno le menti ottenebrate…
    Beato Paolo che è andato casa di Luis Enrique…
    Ma e vero che il campanello de casa invece de Din-Don fa…
    Tra-bajo Y Su-dor?

    Comment di Luis — 6 Settembre 2011 @ 20:21
  11. Ma prima che diluvia ce la facciamo a vederci alla casetta rossa per mangiare all’aperto e festeggiare il sontuoso mercato della maggica (e xchè no qualche vittoria) ? Ai posteri l’ardua sentenza 😉 sfr

    Comment di Sololupo — 6 Settembre 2011 @ 23:12
  12. Io, come alternativa, avrei scovato un localino niente male a s.Lorenzo, con un nome un po’ buffo (LA MUCCA BISCHERA); c’è un grande cortile all’aperto, dotato di “mega-capote” che si richiude in caso di pioggia!

    Comment di Principessa — 7 Settembre 2011 @ 07:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>