Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

29 Aprile 2010

Mònno de ladri

Tags: , , ,

mònno de ladri

Mònno de ladri

***

Pò èsse che sto mònno è de li ladri?

Va avanti solo er fijo de ‘na mignotta!

Sto fatto qua me fa veni’ la gotta:

che si sei liggio scombini li quadri.

 ***

L’onesto pe’ sudasse la pagnotta,

ha da tira’ carette da mezzadri,

er losco, scartro e fijo d’ignote madri,

invece è ricco, senza che se scotta.

 ****

Che tanto si lo becca la finanza,

cor maggistrato che je fa’ er processo,

pe’ male che je va, sta in latitanza.

 ***

E si per caso mai, mettemo adesso,

è condannato pure ‘n terza istanza,

fra ‘n’ora sta già fòri cor permesso…

***

Stefano Agostino

___________________________

  1. Un sonetto da incorniciare tra i più belli di sempre, complimenti Stefano! Hai saputo tradurre in versi una tristissima verità: che questo mondo è dei furbi, dei disonesti e dei senza scrupoli, stò Paese poi è l’apoeosi di questo assioma…!!!

    Comment by Silvio — 29 Aprile 2010 @ 09:22
  2. … CHE TRISTEZZA… e pensare che sarei potuta nascere in America!

    Comment by Principessa — 29 Aprile 2010 @ 10:10
  3. Caro Stefano, è una fotografia perfetta della nostra società, fatta di furbetti di quartiere e ladroni vari. Noi per una mela processati per direttissima, loro….

    Comment by Federica_Perla — 29 Aprile 2010 @ 10:12
  4. Stupendo sonetto….che fa riflettere. Il mondo è dei fiji de na mignotta, ma sò felice de camminà a fronte alta e la sera, dopo aver chiuso la porta, non aver paura che qualcuno me venga a bussà pe qualche malefatta.

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 29 Aprile 2010 @ 15:39
  5. Magnifico sonetto, come sempre Stefano: purtroppo hai fotografato la realtà. Che tristezza!

    Comment by letizia — 29 Aprile 2010 @ 16:59

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>