Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for the ‘Schegge di vita’ Category

I sonetti romani,Schegge di vita

4 Maggio 2024

Storie da la Bibbia: Abramo e Isacco

Storie da la Bibbia: Abramo e Isacco

***

Quanno che Isacco era ormai un regazzo,

Dio mise Abramo a ‘na prova forte:

“Va’ sopra ar monte e là co la sua morte

offri tu’ fìo a Me, senza imbarazzo!”

***

Abramo nun penzò a che strana sorte

toccasse a Isacco e ce annò a razzo

inzieme ar fìo, l’unico der mazzo,

sopr’a quer monte, senza artre scorte.

***

Quanno fu in cima legò er fìo a un artare

pe poi sacrificallo co un cortello,

ma Dio che vide scena e fede chiare …

***

… je disse: “Abramo c’è un ariete … quello

che impijato tra cespuji appare,

ammazza lui e no tu’ fìo bello.

***

Perché hai creduto in Me, in modo solare,

ciavrai ‘na discennenza che in appello

sarà da stelle in celo e sabbia ar mare”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

1 Maggio 2024

Festa der lavoro

Festa der lavoro

***

È er primo maggio: festa der lavoro,

de chi tribbola e sgobba tutto l’anno,

de chi se suda er posto co l’affanno,

pe un po’ de pane e un sorzo de decoro.

***

Ma tanti ch’er lavoro nun ce l’hanno,

o sò pagati in nero o de straforo,

li penzionati, no a penzioni d’oro,

a festeggià, de certo, nun ce vanno.

***

A Roma è er giorno der granne concerto,

a San Giovanni o fava e pecorino,

pe chi se fa ’na gita a lo scoperto.

***

Volesse er Padrone der destino,

donà a tutti un lavoro certo,

come fa sorge er sole der matino.

***

Stefano Agostino

______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

30 Aprile 2024

“Per aspera ad astra”

“Per aspera ad astra”

***

Anche de fronte a un fatto che sconvorge,

mannanno in fumo sogni co progetti,

che viè così, che manco te l’aspetti,

e che divampa e tutto te stravorge …

***

… in fonno ar còre, solo che permetti

de faje spazzio come che se sporge,

ciài dentro te la forza pe arisorge,

e tutti intorno stretti a te l’affetti.

***

Ché nun ce sta momento zozzo e nero,

che dura, pure che te sembra eterno,

senza passà pe aripartì da zero.

***

Nun pò piove pe sempre o èsse inverno,

quattro staggioni a l’anno e nun è vero

che tutto s’è abbruciato in de ‘st’inferno.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

28 Aprile 2024

Dar Vangelo der giorno: “la vite e li trarci”

Dar Vangelo der giorno: “la vite e li trarci”

***

“Io so’ la vite e voi li trarci tesi”,

così a li discepoli je disse,

“stampateve ’ste Mie parole fisse:

dovete da dà frutti e frutti resi.

***

Un trarcio che nun cià rese prefisse,

viè senza tanti giri sottintesi,

tajato via si, passeno li mesi,

e nun produce eppoi, famo a capisse, …

***

… si rimanete in Me portate frutto,

e ve se pota come a ’gni ramo,

perché rènna deppiù e quest’è tutto.

***

Si rimanete in Me, Io che ve amo,

nisuno fra de voi verà distrutto,

chiedete e ciavrete ar Mio richiamo”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

27 Aprile 2024

Storie da la Bibbia: Abramo

Storie da la Bibbia: “Abramo”

***

Quanno lo scerze, Dio je fece: “Abramo,

sorti da Ur, da la tua tera adesso,

ascorta Me, nun èsse mai perpresso,

te condurò in un posto che Io bramo …

***

… pe te e pe fà de te er Mio rifresso,

pe datte discennenza e dar tuo ramo,

fa sgorgà un popolo che chiamo e amo,

a seguì l’orme pe tornà a Me stesso”.

***

Abramo che a quer tempo era già vecchio,

nun dubbitò mai de quela Parola,

se mise in viaggio e sempre prestò orecchio …

***

… a le promesse fatteje da Dio,

de Tera e discennenza a cui dà scòla,

 e Dio je rigalò in vecchiaia, un fìo.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

25 Aprile 2024

25 aprile

25 aprile

***

Giornata de memoria, ortre la festa,

’ndò s’aricorda la Libberazzione,

da infame, lorda e triste occupazzione,

de un reggime che chinò la testa.

 ***

Pe chi nun cià nozzione d’oppressione,

d’assurdità e violenza manifesta,

er venticinque aprile pe lui resta

‘na festa in cui fà ponte a l’occasione.

 ***

Chi invece sa che, dar nazzismo a Mao,

‘gni dittatura cià l’erbaccia inzana

de soffocà ‘gni libbertà e ’gni Tao …

 ***

… ringrazzia l’alleanza americana,

de chi cià libberato e er “bella ciao”,

de la curtura e lotta partiggiana.

**

Stefano Agostino

_______________________

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

22 Aprile 2024

22 aprile: giornata de la Tera

22 aprile: giornata de la Tera

***

’Sto dì p’er monno è er giorno de la Tera:

che gran vittoria pe l’ecologgia,

pulimo ’gni monnezza e zozzeria,

’sta sfera cià da èsse bombognera.

***

Peccato che ’sta bella fantasia,

dura sortanto da matina a sera,

ché da domani torna zella nera,

quer ch’arisprenne oggi in pulizzia.

***

Ma senza fà er guro o più l’asceta,

pe preservà la vita co l’ambiente,

c’è da capì, da l’A fin’a la Z …

***

… che nun è eredità da un parente,

ma va restituito ’sto Pianeta,

ch’è in prestito da la futura gente.

***

Stefano Agostino

_________________

***