Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Febbraio 25th, 2021

La Roma in rima,Stagione 2020/21

25 Febbraio 2021

Roma – Braga E.L.

Roma – Braga: 3-1

***

Se vince contr’er Braga anche ar ritorno,

se va quinni a l’ottavi de finale,

tre a uno er risurtato che te vale,

‘st’artra vittoria ner seconno scorno.

***

Er primo go’ de Dzeko, naturale,

poi er tempo de sbajà un rigore attorno,

er due de Carles Perez gran contorno,

er tre de Borja Mayoral che sale.

***

Er rischio era la concentrazzione,

cor risurtato bono de l’annata,

robba de testa, cali de tenzione.

***

La Roma scegne in campo ch’è quadrata,

cosa ch’è da ripete a ‘gni occasione,

se guarda avanti … prossima puntata.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

La fine der mese

La fine der mese

***

Er cruccio un po’ de tutti sò li sòrdi:

nun sò mai giusti pe quanti ne scuci,

dipenne da la grana che te bruci,

si campi de sospiri o de ricordi.

***

In busta-paga nun ce sò mai luci,

e de l’aumenti è mejo che te scordi,

a quann’a grilli, sia, a quann’a tordi,

’gni giorno vivi sott’a cento duci.

***

Mi’ nonno, m’aricordo, nun capiva,

chi era in bolletta a la fine der mese,

dato ch’er 27 percepiva.

***

Fin’ar 31 lui era un marchese,

pe l’artri 26 nun ce dormiva,

tra buffi, buci, pegni, fidi e spese.

***

Stefano Agostino

_______________________

***