Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for dicembre 4th, 2018

I sonetti romani,Romanamente

4 dicembre 2018

Li terrapiattisti

Li “terrapiattisti”

***

In de ‘sti tempi de matti scheggiati,

ner mentre che s’ariva fino a Marte,

ce sta chi ancora crede e cià le carte

che ciànno chissà come mai ingannati.

***

La Tera nun è tonna, manco in parte,

lo dicheno ‘sti geni patentati,

la Tera è piatta e semo sabbotati

da chi ha interesse a dicce tutto a arte.

***

“Quale Colombo, Galileo o Keplero

Copernico co tutto er carosello

de astronomi, a girà er bianco cor nero”.

***

Chi cià ‘ste idee e in testa ‘sto bordello,

de piatto, si nun è aridotto a zero,

pò avecce, ar più, sortanto che er cervello.

***

Stefano Agostino

___________________________

***