Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Aprile 15th, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

15 Aprile 2019

Notre-Dame

Notre-Dame

***

Ancora mentre avvampa forte er foco

e s’arzeno terribbili le fiamme,

su a Notre-Dame, la Mamma de le mamme,

che ‘gni occhio ner vedella ha fatto roco …

**

… se cercheno le cause e quali gamme

probbabbili de rischio dar più fioco,

a quello certo: er caso o pressappoco,

come si ciò qui abbasti a conzolamme.

***

Quer che fa male è Notre-Dame distrutta,

nun certo cosa o chi l’ha mai causata,

a ‘sta traggedia granne quanto brutta.

***

Ché ancora manco ce se riesce a crede,

un incendio, ch’è er peggiore pe portata,

che ha abbruciato un simbolo de Fede.

***

Stefano Agostino

________________________

***

 

I sonetti romani,Schegge di vita

Passione de Gesù Cristo: “Giuda”

Passione de Gesù Cristo: “Giuda”

***

“In verità, in verità ve dico”,

disse Gesù in quela notte nera,

ner mentre che magnaveno e che c’era

er traditore più famoso e antico …

***

“Uno de voi me tradirà stasera”,

– “So’ io?” – chiedeva a turno, poi, ‘gni amico,

“Quello che intigne er pane, è lui er nemico,

ma guai a lui pe sempre su ‘sta Tera”.

***

Quanno che l’Iscariota fece er gesto,

Gesù je disse co la faccia cruda:

“Va’ e quer che ciài da fa’, tu fàllo presto”.

***

E quello annò pe aritornà de pari,

a daje er bacio de l’infamia, Giuda

co in tasca a tintinnà “trenta denari”.

***

Stefano Agostino

______________________________

***