Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Settembre, 2021

La Roma in rima,Stagione 2021-22

30 Settembre 2021

Zorya – Roma Co.L.

Zorya – Roma: 0-3

***

La Roma vince bene in trasferta,

e conta poco adesso l’avverzario,

de certo che nun era campionario

de chissà quale forza e quale scerta.

***

Ma intanto ‘sto tre a zero de scenario,

che viè dopo la sveja assai sofferta,

der derby perzo che fa stà in allerta,

è importante più de l’ordinario.

***

Er Faraone mette dentro er primo,

poi lungo tira e molla de livello,

che conta poco pure che lo rimo.

***

Poi ner seconno tempo ariva er bello

co Smalling e co Abraham come timo

che dà sollievo pe quer post Formello.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Nuova edizione,Romanamente

Er pedofilo

Er pedofilo

***

Nun so che pò passà dentro ar cervello,

de chi se eccita co un regazzino,

a soddisfà ’na voja d’aguzzino,

che pe godé deve stuprà un pischello.

***

A raggionà co spirito divino,

anche ’sto pervertito è mi’ fratello.

Signore mio, tu metteme ar burello,

si è mi’ fratello lui, io so’ Caino!

***

Nun so che je farebbe io, piuttosto,

si mai lo becco un giorno fà quer gesto,

ma me lo chiedo e già me so’ risposto.

***

Je mozzo quela spece de pretesto,

che cià in mezzo a le gambe e co lui, tosto,

ce vado ar gabbio inzieme e je do er resto!

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

29 Settembre 2021

Li Santi Arcangeli

Li Santi Arcangeli

***

Uno è noto p’èsse er “Messaggero”,

l’Arcangelo der foco, Gabbriele,

che riferì a Maria de quali vele

aveva scerto Dio pe quer Mistero.

***

Un artro, ne la spece Raffaele,

se cura de salute e Amore vero,

er terzo contro satana er suo impero,

combatte e vince sempre, è lui, Michele.

***

Sò Arcangeli ‘sti tre, tra tutto er Celo,

li Spiriti più arti in braccio a Dio,

ner Suo disegno scritto dietro ar velo …

***

… che ha squarciato in tera er Suo Fìo,

l’Arcangeli, co quer loro zelo,

che oggi li ricorda er monno pio.

***

Stefano Agostino

________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani,Nuova edizione

28 Settembre 2021

Er caffè de Sant’Eustacchio

Er caffè de Sant’Eustacchio

***

Che bono ch’è er caffè de Sant’Eustacchio!

Miscela de un artista a fà tazzina,

ch’è da gustà nun solo la matina,

quanno che dentro ar còre fa sbatacchio.

***

Ma nun lo straformà in medicina,

mettennoce der latte: è tutto un cacchio.

E si er barista chiede: “Je lo macchio?”

risponni si vò in faccia ’na cinquina!

***

Sgoccettatelo càllo, lentamente,

mentre ’mprofuma er naso co l’aroma

che più lo bevi, più se fa presente.

***

Quer sorzo de miscela cià er diproma,

ch’è stato conzegnato da la gente,

der più mejo caffè che ce sta a Roma.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2021-22

26 Settembre 2021

Lazio – Roma

Lazio – Roma: 3-2

***

S’è perzo er derby. Quinni la quartina

nun pò trovà chissà mai quale rima,

chi è romanista sa com’è er clima

e anche er morale mó che sta in cantina.

***

Partita combattuta in cui se stima

che s’è giocato co l’adrenalina,

punteggio in artalena co la spina

de ‘na partenza sotto già da prima.

***

Però la Roma j’ha dato battaja,

e fino a la fine cià provato,

p’er nome de la squadra e de la maja.

***

P’er resto nun finisce er campionato,

pure cor derby perzo … nun se sbaja

a tifà Roma, ortre er risurtato.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Schegge di vita

Dar Vangelo der giorno: “si un organo è de scannalo”

Dar Vangelo der giorno: “si un organo è de scannalo”

***

Disse Gesù: “Chi scannalizza un pupo,

è mejo che co un sercio intorno ar collo,

se butti e resti giù fisso in ammollo,

in fonno ar mare, dritto da un dirupo”.

***

E ancora: “Si la mano tua dà accollo,

a scannalo de un brutto, cupo cupo,

nun perde tempo, mozzela da lupo,

è mejo ar Regno monchi e co barcollo …

***

… che a l’Inferno o Geènna indentr’ar foco.

Similimente er piede oppure l’occhio,

tajali, si de scannalo anche poco.

***

È mejo entrà o zoppi o orbi ar cocchio,

su ar Paradiso, che sani in quer loco

‘ndó regna er verme e tutto è un gran papocchio.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

I sonetti romani,Tempi d'oggi

25 Settembre 2021

Ritorno ar medioevo

Ritorno ar medioevo

***

Dar quinnici de ottobbre tutti indietro,

ritorno in ufficio ar naturale,

lo smart-working sopra ar capezzale,

finisce giù in cantina, dietro a un vetro.

***

‘Na mossa che cià più der medievale,

che fa tornà a tanto tempo addietro,

serve a riempì li autobus, le metro,

e tutti assieme in centro … sì… geniale.

***

Perché nun ritornà ar manicotto,

ar timbro, a pennino e ceralacca,

co la carta carbone a passà sotto?

***

Co clima e ecologgia che vanno in vacca,

co li “mijori” che mó ciànno rotto,

e ‘sto Paese affonna ne la cacca.

***

Stefano Agostino

______________________

***