Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for Novembre, 2019

I sonetti romani,Schegge di vita

30 Novembre 2019

Sant’Andrea

Sant’Andrea

***

Prima lui fu discepolo ar Battista,

poi primo Apostolo, co tar nomea,

lui cor fratello Pietro, dico, Andrea,

pe annà a seguì Gesù, già solo a vista.

***

Pescaveno già er pesce in Galilea,

Gesù je cambia rete de conquista,

in pescatori d’ommini a fà lista,

pe tutta la gran tera de Giudea.

***

Lui ner subbì er martirio de la Croce,

quella de Andrea de crocifissione,

volle su legno a “X” pe nun dà voce …

***

… ar grido interno de fà imitazzione,

der sacrificio de Gesù, atroce,

quer palo messo a “T” de Redenzione.

***

Stefano Agostino

________________________

***

La Roma in rima,Stagione 2019-20

29 Novembre 2019

Basaksehir – Roma E.L.

Basaksehir – Roma: 0-3

***

La Roma vince e segna ‘na tripletta,

mó manca un artro passo solamente,

pe passà er turno, cosa veramente

nun mai scontata a dilla più coretta.

***

Er primo go’ … rigore … finarmente,

‘na vorta te lo dànno si te spetta,

er go’ de Veretout, rete perfetta,

che apre ar resto che viè conzeguente.

***

Er due de Kluivert su ‘na granne azzione,

tutta innescata da un ber Pellegrini,

come p’er tre de Dzeko in progressione.

***

Bottino de tre punti canterini

e co un gran ber soriso d’occasione,

che ciànno solo li trasteverini.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Romanamente

28 Novembre 2019

“Black friday”

“Black friday”

***

Artra invenzione che sa de scimmiotto

e che, pe tanto, nun è un’invenzione,

er “black friday”, de derivazzione

americana e manco sotto sotto.

***

Nasce, come ce dice l’espressione,

da un venerdì ch’è nero, ché fa un botto

la Borza e tutto scegne e paga scotto

chi venne, da sfiorà la recessione.

***

Così er “black friday”, pe analoggia,

sta a indicà quanno che ‘gni negozzio,

fa sconti da riempì qualunque via …

***

… de gente che s’azzuffa e che va a zonzo,

è un venerdì che manna a l’aria l’ozzio,

che più che “black” è “brown”…. pe quanto è stronzo.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

I sonetti romani,Schegge di vita

27 Novembre 2019

Concetto de felicità

 Concetto de felicità

***

Felicità, che strana senzazzione,

nun è pe tutti, ma n’è detentrice

quela perzona che, manco lo dice,

ma je se legge in faccia la raggione.

***

Felicità nun è mica oppignone,

ma è ‘no stato de chi benedice

quer che possiede e che lo fa felice,

senza mai usà metro de paragone.

***

C’è chi è felice e se ne rènne conto,

ma solo quanno er tempo j’è passato

perdennose er mejo der racconto.

***

Er più felice è chi l’è sempre stato,

no pe fortuna, ma perché sta pronto

a dì che quer che cià è tutto incantato.

***

Stefano Agostino

_________________________

***

Frammenti di Roma,I sonetti romani

26 Novembre 2019

Er mio vanto

Er mio vanto

***

Pure si è piena de sporco e monnezza

e cià li mezzi pubbrici scassati,

co li lampioni spenti o furminati,

e ‘ndó te giri vedi ‘na schifezza …

**+

Anche si pare ciànno bombardati,

a giudicà da buche de grannezza

pari a profonnità e pure artezza,

co l’arberi ormai tutti ciancicati …

***

Pure si è un gran casino fà ‘gni cosa,

dar parcheggià o uscì pe fasse un giro,

ché resti fermo manco fussi in posa …

***

… nun posso nun amalla, anche si è in coma,

e l’amerò fin quanno che respiro,

ché resta er vanto mio: èsse de ROMA !!!

***

Stefano Agostino

__________________________

***

 

La Roma in rima,Stagione 2019-20

24 Novembre 2019

Roma – Brescia

Roma – Brescia: 3-0

***

La Roma batte er Brescia tre a zero,

ma solamente dopo l’intervallo,

ner primo tempo se rischiava stallo,

finito senza manco un tiro vero.

***

Ma ner seconno, stento a riccontallo,

tutto è cambiato, come un ber mistero,

la Roma segna e vince e quer nero,

se tinge tutto de un gran rosso e giallo.

***

Er primo go’ de Smalling poi deviato,

er due è de Mancini, gran fattura,

er terzo viè da Dzeko, appoggiato.

***

Ce sò du’ gare da fòri le mura,

intenno quelle de ‘sto campionato,

c’è da lottà così, arma sicura.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani

23 Novembre 2019

Er primo pasto

Er primo pasto

***

Quanno mi madre me staccò dar petto
e me se presentò cor semmolino,
buttai per aria tazza e cucchiarino
creando er primo caso de “riggetto”.
***
Ormai non me sentivo più pupetto,
pe via ch’avevo messo già un dentino,
provò a ridamme er latte… genuino,
ma protestai co  un mini mozzichetto.
***
Lei fece un urlo senza intenne er dramma,
ma come la potevo contestà
si ancora nun dicevo manco mamma?
***
Mi padre disse: “Soffre de nervetti”.
E quieto quieto cominciò a magnà
un’inzalatiera piena de spaghetti.

***

Aldo Fabrizi

___________________________

***