Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 21 Gennaio, 2020

I sonetti romani,Romanamente

21 Gennaio 2020

La truffa der finto incidente

La truffa der finto incidente

***

Annavo in giro in auto l’artra sera,

quann’ecco, tutt’a un tratto, sento un botto,

senza vedé nissuno dar lunotto,

senza capì er rumore de che era.

***

Ner mentre seguitavo, se fa sotto

un tizzio, scooter griggio e veste nera,

me fa: “M’hai preso … guarda la lamiera …

ce sta na riga … e un pezzo me s’è rotto.

***

So’ carozziere – dice – e abbituato

a le denunce e a l’assicurazzioni,

lassamo stà cor CID, che in de ‘sto stato …

****

…aumenta er premio a te e boni boni

ce vonno anni p’èsse liquidato,

damme du’ piotte, senza pizzardoni”.

***

Che invece poi, si avessi contattato,

quello spariva, come li magoni,

e certo nun m’avrebbe cojonato.

***

Stefano Agostino

__________________________

***