Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for 8 Ottobre, 2019

La Roma in rima

8 Ottobre 2019

Stavorta nun me passa

Stavorta nun me passa

***

Stavorta nun me passa, me dispiace,

‘sto senzo de disgusto che ciò addosso,

e me scurisce er còre giallorosso,

che nun ce riesce mica a dasse pace.

***

Succede da ‘na vita e a più nun posso,

mica me svejo adesso, chi lo tace,

ma er fatto de domenica un “qui giace”,

l’ha messo, senza manco scavà er fosso.

***

So’ stufo d’annà appresso a ‘sta menzogna,

de un carcio che, pe come ch’è aridotto,

cià solo connotati de vergogna.

***

Contro un marciume de chi cià corotto,

perzino anche er più fanciullesco sogno,

da oggi chiudo er conto e me ne fotto.

***

Stefano Agostino

***