Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

Archive for settembre 19th, 2018

La Roma in rima,Stagione 2018-19

19 settembre 2018

Real Madrid – Roma C.L.

Real Madrid – Roma: 3-0

***

Contro de questi pure che te ‘mpegni

nun vinci mai e guasi mai pareggi,

ché bene che te va nun te fai sfreggi

ma tanto ce lo sai che nun je segni.

***

La Roma regge un tempo poi l’ormeggi

li molla inzieme a tutti li sostegni

così er Real raddoppia li congegni

e vince pe tre a zero pe ‘sti seggi.

***

La Roma nun m’è manco dispiaciuta,

sò questi che sò de un artro pianeta,

co classe e fantasia mai conosciuta.

***

Ma si ce sta ‘na cosa che m’allieta,

è avé rivisto un po’ de gioco, aiuta,

quer che sarà nessuno poi lo vieta.

***

Stefano Agostino

***

I sonetti romani,Romanamente

Un’estate senza fine

Un’estate senza fine

***

Capisco, ce sta pure a chi je piace

‘sto callo che nun se ne va più via,

temperature guasi da asfissia,

cor sole ch’è graticola pe brace.

***

A lujo, e agosto a faje compagnia,

l’accetti, ch’è staggione, a nun pià pace

co l’afa e la zanzara più mordace

che nun dà tregua manco pe maggìa.

***

Ma a settembre, e dopo metà mese,

co ancora a palla er climatizzatore,

ciò er senzo der bon-ton nun propio ingrese.

***

Nun aripeto, perché so’ un signore,

quello che m’esce, pure a più riprese,

‘gni vorta che me ‘nzuppo de sudore.

***

Stefano Agostino

__________________

***